IL SOGNO

Ho scalato montagne alte anni luce;ho attraversato mariprofondi più delle montagne. Ho conversato,a suon di ultrasuoni,coi pipistrellie con gli extraterrestri.Ho giuratodi spergiurare qualunquemalvagità. Sapevo che avreisuperato qualunque ostacolo,reale o meno che fosse,pur di divenire una tua immagine onirica. Il viaggio fu irto di pericolie necessitò della più saggiatra le pazienze.Ti giunsi in sogno,e ne gioii felice. Fu breve sogno,ché repente morii,poiché tornasti … Continua a leggere

LADY LAZARUS – MONDOSTRANO (MARCELLO STEFANELLI)

Mondostrano – Lady Lazarus Voce/chitarra ritmica/riffs: Marcello StefanelliBasso/theremin: Matteo CsepeliChitarra solista/riffs: Gabriele SantucciBatteria: Donkey KongSoftware e consulenza tecnica: Seth Brundle Mondostrano

(Testo e Musica: Marcello Stefanelli) 

L’anatomia sostituì la morale
anno duemila in questo mondo, mondostrano
e l’uomo retto è vincolato
all’uomo ano 

Dove un bambino cuce la stessa scarpa
che calpesta le sue gote fiorite
la morte come lama della falce
ha lo Swoosh della Nike

 … Continua a leggere

Canto del viandante sul mare di nebbia

Ci si siede e si pensa. La potenza del pensiero è incommensurabile, fallace è l’interpretazione filosofica. Se andiamo oltre, oltre è ineffabile, l’abilità è prenatale. Ero già nato prima ancora che esistesse il mio pensiero, la differenza è la manifestazione. Un’epifania quasi mistica, il pensiero, e la musica e le lacrime salate e dolci le risa che  ringiovaniscono questo spirito … Continua a leggere

Riflessivo

Non manifestare,  ma manifèstati. Non scendere in piazza ad urlare slogan di cui neanche tu sei ben certo del significato. Non preferire dei pantaloni a vita bassa solo perché altrimenti potresti sembrare “antico”. Non andare in chiesa; è una questione storica e geografica la tua religione e non c’entra nulla con la tua anima. Non manifestare, ma manifèstati. Esponi la … Continua a leggere

Nero d’Avola

Ho comprato due bottiglie di Nero d’Avola oggi. Mi piaceva la bottiglia. La sua figura così antiteticamente sobria, e al contempo quell’aria di Sicilia, quel sapore di antico, popolare, frutto della tradizione, che si percepiva ancora prima di stapparlo, odorarlo, tastarlo. L’ho prese al discount e naturalmente so che quest’autenticità è solo la mia immaginazione. Ma è un’immagine che mi … Continua a leggere

Vaffanculo

Possibile che amiate tutti così tanto lo schifo? Possibile che abbiate perso tutti la cognizione della bellezza? Vaffanculo a chi va in birreria, e vaffanculo a me e tutte le volte che ci sono andato. Vaffanculo a chi prende per il culo il prossimo, e vaffanculo a me che l’ho fatto. Vaffanculo a chi va in discoteca e pensa che … Continua a leggere

Disegni

Ogni giorno mi svegliavo col sole già sul punto di tramontare ricordando solo la luce buia del bicchiere compagno assiduo d’un continuo ricercare la ragione del mare e delle stelle del frinire di cicale e delle stalle del grido disperato di un folle delle urla scomposte e sopite delle folle.   Un disegno più vasto sembra esserci da guida se anche nel … Continua a leggere

Io russo

Il bastardo è un uomo che non ha mai navigato e che vuole comunque arrivare.   Le vittime del mondo non si contano più, quasi una scusante, quasi uno status sociale di per sé stesso discriminante. Ciò che mi opprime mi fa opprimere,  reprimere la repressione dell’istinto bestiale. E di nascosto ma arrogante con prepotenza mi inizio a masturbare. La … Continua a leggere

Savona

Savona. Città semisconosciuta e cinesi tipici. Il bianco alla spina e una luna finalmente calante che non si cattura. Un russo senza vodka ma con i postumi peggiori, una strana sensazione da commilitoni satanici senza volerlo, senza cercarlo. Forse per necessità. Si fugge e si va laddove i cannocchiali sono cannucce, e le stelle sono drink, e non lo dico … Continua a leggere